Dr.ssa Francesca Consonni


Guardati da vicino

Molto vicino a noi a volte ci sono splendori di cui non ci accorgiamo, così presi come siamo da ciò che accade fuori, nel mondo..
Toccati ogni tanto il naso..
Potresti scoprire di avere una rara rana che lo abita 😊🐸❤️

bimba

Foto presa dal profilo instagram di @pass2moses


Amici alberi

Abbiamo tanti amici
che hanno forti radici,
ci danno aria pulita,
l’ossigeno, la vita.

Cambiano a ogni stagione
e sempre offrono doni,
han foglie, fiori, frutti,
ce n’è proprio per tutti!

I rami come braccia,
è pelle la corteccia.
Dan rifugio agli uccellini,
fresca ombra a grandi e piccini.

Bellissimi, generosi,
indispensabili e preziosi.
Diamo rispetto e amore
ai nostri alberi amici:
ci insegneranno ad avere valori,
ci insegneranno ad avere radici.

porada

Foto scattata al Parco Porada di Seregno 


Fai come il vento

Chiesi al deserto: Come faccio a non avere paura?
E il deserto rispose: Soffia, soffia, soffia…diventa vento.

Diventare vento significa sollevare e sollevarsi, prendere e lasciare andare, sciogliere e seccare, dividere e unire, avvicinare e allontanare, congelare e riscaldare, penetrare e avvolgere, legare e liberare, creare caos e riordinare, sporcare e pulire, annebbiare e dare nitidezza, stordire e chiarificare, spegnere e illuminare, seppellire e riportare alla luce…

Sii vento e scegli di muoverti e danzare la caratteristica del vento di cui hai bisogno 🌀

 

Pensando alla mia paziente M.

P1130871

Foto di Gipo Santoni, compagno di cammino nel deserto 

 

 


Deserto non ti temo

‘Là era la libertà, vi vivevano altri uomini, nomadi sotto le tende. Si sarebbe potuto credere che il tempo si fosse fermato all’epoca di Abramo e delle sue greggi’ (F. Dostoevskij)

 
Pronta per il mio cammino nel deserto, pronta per accogliere tutto quello che verrà, pronta per seguire le mie orme e scoprirmi, pronta per il silenzio e i miei rumori interni, pronta per condividere il tempo e lo spazio con i miei compagni di carovana, pronta per le emozioni aspettate e inaspettate che il deserto vorrà offrirmi, pronta per sfidarmi e lasciarmi guidare da me, pronta per le danze che nasceranno, pronta ad abitare il mio corpo, pronta. 👣 ❤️

Ho il mio giardino in valigia 🌸

libro


L’arte ci appartiene fin dalle origini

Before children speak, they sing.
Befoe they write, they paint.
As soon as they stand, they dance.
Art is the basis of human expression. (P.R.)

Prima che i bambini parlino, cantano (sillabano).
Prima che scrivano, disegnano,
Appena si alzano in piedi, danzano.
L’arte è alla base della espressione umana.

Davvero..come posiamo allora farne a meno? Non si può proprio!
Ci appartiene naturalmente e ci può curare 🥰

 

bimbo

Foto presa da web


Studio aperto

In occasione della Giornata Nazionale della Psicologia dal 10 al 16 Ottobre lo studio Movimento e Parola a Seregno, situato in viale Piave 47, aderisce all’iniziativa Studi Aperti e offre un primo colloquio gratuito, previo appuntamento.
Sono a disposizione per incontrare chiunque lo desideri e sia curioso di saperne di più su come funziona una psicoterapia o un percorso di terapia attraverso la DanzaMovimento Terapia.
E’ un’importante occasione per avvicinare i cittadini ai professionisti della salute mentale e  sensibilizzare alla Psicologia.

Maggiori informazioni sono reperibili su: www.giornatapsicologiastudiaperti.it

Per info e appuntamenti: 388 1758039

 

studio

Setting di terapia di gruppo


La sirena stanca

…’Gli altri vedevano in me uno che non ero io quale mi conoscevo; uno che essi soltanto potevano conoscere guardandomi da fuori con occhi che non erano i miei e che mi davano un aspetto destinato a restarmi sempre estraneo, pur essendo in me, pur essendo il mio per loro; una vita nella quale, pur essendo la mia per loro, io non potevo penetrare’..
(L. Pirandello)

Oggi una mia paziente mi ha svelato in lacrime la fatica che costantemente e da sempre fa di cercare di essere diversa da come è, per assomigliare a quello che gli altri (i suoi genitori, il suo fidanzato, i colleghi di lavoro) si aspettano da lei.
Ho sentito tanta tenerezza e dolore per la sua bambina interna che fin da piccola non si è mai permessa la spontaneità e il diritto di essere ciò che è.

Ho pensato a quanto deve essere stremante questo lavoro quotidiano di continuo aggiustamento di sé che fa mentre si relaziona agli altri.

Ho immaginato come ogni mattino si costringa ad indossare sempre lo steso abito e, pur non vedendo l’ora di toglierlo ogni sera, si sia abituata così bene a portarlo e abbia finito per dimenticarsi di sé e dei suoi veri bisogni.

Come la donna sirena di questa fantastica illustrazione.

 

sirena

Illustrazione di Henn Kim


Lascia andare..

Come è difficile lasciar andare..
Conosco qualcuno che sta lottando per lasciar andare un amore, chi un pensiero, un progetto, un sogno, una speranza, un risentimento, un dolore…
Finché ci teniamo aggrappati a qualcuno o qualcosa non possiamo diventare ciò che potremmo essere e ricevere ciò di cui abbiamo bisogno.
Mi piace questa illustrazione che trovo così delicata e forte insieme: mi ricorda che alle volte può sembrare così difficile mollare, perché quello che vogliamo lasciare è ‘pesante’ in termini di significati e tempo che abbiamo dedicato.
In verità non è mai così pesante: può volare via, come fanno i fogli di carta o le lettere aiutate dal vento.

Noi possiamo essere anche quel vento. 😊

lascia andare

Illustrazione di Gaelle Boissonnard


LEI NON SA CHI SOGNO IO

‘In cima alla strada, nella capanna, il vecchio si era riaddormentato. Dormiva ancora bocconi e il ragazzo gli sedeva accanto e lo guardava. Il vecchio sognava i leoni.’ (E. Hemingway)

Come mai sognava i leoni? Che significato hanno? Cosa c’entrano i leoni?

Da sempre l’uomo si interroga sul senso e sulla finalità dei sogni.
Nella pratica psicoterapeutica anche i sogni possono essere un momento importante in cui aprire delle finestre sull’inconscio e sui significati che esso veicola proprio quando non siamo coscienti, cioè mentre dormiamo. Le strade e gli strumenti utilizzati in psicoterapia per l’analisi dei sogni sono diversi e variegati, a seconda del tipo di metodologia utilizzata dal terapeuta. Il fine è però sempre il medesimo, cioè quello di recuperare delle informazioni utili per l’obiettivo terapeutico specifico di quel paziente. E’ perciò fondamentale che esista già una relazione terapeutica, cioè che il terapeuta sia già a un buon punto di conoscenza del paziente: solo in questo modo infatti potrà comprendere e riportare al paziente i significati nascosti nella trama e nei personaggi del sogno, recuperabili attraverso l’analisi.
Un altro aspetto da tenere in considerazione è che i sogni non sono universali. ‘Tu che sei psicologo, mi dici cosa vuole dire il sogno che ho fatto l’altra notte?’. Tante volte mi è stata posta questa domanda al di fuori del contesto terapeutico. Non è possibile interpretare un sogno senza il sognatore. Non è possibile che sogni simili abbiano significati simili, perché ognuno di noi possiede un mondo interno unico e irripetibile. Pertanto unici ed irripetibili sono anche i sognatori e i loro sogni 😊

 


Custodire un nido

Era là senza foglie né corteccia, ma era felice..custodiva un nido.’ 

Non dimentichiamoci mai che dentro di noi custodiamo sempre un nido, qualcosa di prezioso e generatore di benessere e vita.😊

alber2


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: